Passaggio di testimone ai vertici della base Rega Locarno 

Il 1° gennaio 2024 il soccorritore professionale Amos Brenn assumerà la funzione di capo base da Paolo Menghetti, che andrà in pensione a fine aprile 2024. Dopo 33 anni di attività come soccorritore professionale e meccanico d’elicotteri Rega, di cui ben 21 come responsabile della base Rega Locarno, Paolo Menghetti andrà in pensione. Dal 1° gennaio 2024 la sua funzione di capo base sarà assunta da Amos Brenn, che lavora per la Guardia aerea svizzera di soccorso come soccorritore professionale da due anni. In precedenza, dopo la formazione per soccorritori diplomati, ha lavorato presso la Croce Verde di Lugano come soccorritore diplomato SSS, assumendo la posizione di capo intervento regionale.

Elicotteri e soccorso, la passione di una vita
Parlare brevemente della vita professionale di Paolo Menghetti significa, di fatto, ripercorrere un pezzo di storia della Rega al Sud delle Alpi. La base Rega in Ticino è attiva dal 1980. All’inizio consisteva in un hangar in subaffitto, un elicottero Alouette III e due piloti. Nel 1982 fu inaugurato l’edificio proprio. Ed è alla fine degli anni ’80 che le strade della Rega e di Paolo Menghetti si incrociano. Dopo aver concluso la formazione di meccanico d’elicotteri presso l’Air Grischa SA a San Vittore, il giovane meccanico si avvicina alla Rega come assistente di volo soccorritore volontario. Nel 1991 è assunto come meccanico d’elicotteri e soccorritore e il primo anno lo passa alternandosi fra il Centro Rega all’aeroporto di Zurigo e la base in Ticino. Successivamente l’attività si concentra prevalentemente alla base Rega Locarno, a cui nel 2002 si affianca anche quella di capo base.

Innovazione costante a favore dei pazienti
In oltre 30 anni di servizio, Paolo Menghetti ha vissuto in prima persona l’evoluzione tecnologica, logistica e medico-sanitaria della Rega. Dapprima con l’arrivo del nuovo hangar che dal 1993 in poi ospiterà il nuovo elicottero biturbina Rega, l’Agusta A 109 K2, e nel 2011 con l’arrivo dell’AgustaWestland 109 SP Da Vinci. È lui ad occuparsi della piccola manutenzione di entrambi gli elicotteri in dotazione alla base ticinese. Ed è sempre lui a ricevere ufficialmente le chiavi della nuova base, inaugurata nell’aprile del 2013. Un evolversi costante che rispecchia uno dei principi cardini della Rega, la continua innovazione per essere sempre al servizio dei pazienti. Da gennaio questo compito sarà affidato ad Amos Brenn, pronto a raccogliere il testimone di Paolo Menghetti e a dare il suo contributo alla base Rega in Ticino, con l’entusiasmo, la passione e la professionalità di chi l’ha preceduto.

La base al Sud delle Alpi
Alla base Rega Locarno lavorano dieci medici d’urgenza, cinque soccorritori professionali e sei piloti. Dall’aeroporto di Locarno l’equipaggio ticinese effettua circa 800 interventi l’anno con il codice radio “Rega 6”. Le missioni si dividono in missioni di soccorso, voli di trasferimento dagli ospedali regionali ai centri specialistici, voli di ricerca ed evacuazioni. La base Rega Locarno è operativa tutto l’anno, 24 ore su 24.

Condividi!

Share on Facebook
Share on Twitter
Share on LinkedIn
Share on Pinterest